Tag : interesse

post image

Mutui per liquidità: cosa erogano oggi le banche?

I mercato dei mutui ha ripreso vigore dopo qualche anno di forte rallentamento: grazie alle misure prese dalla banca centrale europea, come la riduzione dei tassi d'interesse di riferimento e l'iniezione di liquidità nei mercati bancari, gli istituti di credito hanno di nuovo aperto i rubinetti sia per quanto riguarda i mutui immobiliari, sia per quanto concerne i mutui per liquidità.

Questo articolo vuole fare una panoramica su cosa le banche stanno offrendo agli  utenti che chiedono mutui per finanziare la propria liquidità: accendendo un mutuo di liquidità è possibile avere un finanziamento a disposizione senza dover necessariamente vincolare il denaro finanziato ad una particolare attività.

Per questo motivo il mutuo di liquidità viene richiesto da chi necessita di ottenere somme di denaro per fare acquisti di qualsiasi genere oppure come alternativa al fido bancario visto che un mutuo è decisamente meno oneroso del costo del classico scoperto in termini di tasso d'interesse applicato.

In ogni caso il mutuo per liquidità può essere richiesto soltanto dietro la fornitura delle dovute garanzie alla banca ma è bene sottolineare che l’unico bene che si può dare in garanzia è un immobile di proprietà non ipotecato.

 

I tassi di interesse applicati ad un mutuo per liquidità, rispetto ad un mutuo per l'acquisto della prima casa, sono leggermente più alti: mediamente si parla soltanto di pochi punti percentuali in più.

Ad ogni modo bisogna sempre considerare che un mutuo ipotecario comporta costi d'istruttoria molto più alti rispetto ad un prestito personale: i motivi di tali costi sono riconducibili all'attivazione della pratica e alla registrazione dell'ipoteca sull'immobile. Per questo motivo il mutuo per liquidità è uno strumento valido per la richiesta di importi superiori a 30 mila euro, cioè per quelle somme che oltrepassano i limiti previsti per il prestito personale: per somme entro i 30 mila euro invece bisogna considerare che sebbene i prestiti personali abbiano tassi di interesse più alti, questi ultimi non richiedono l'esborso di grosse somme per le spese di istruttoria. Entro quelle somme bisogna quindi farsi bene i conti e capire con quale formula può essere più conveniente operare.

Su un aspetto tutte le banche sono d'accordo: difficilmente erogano prestiti per liquidità finalizzati ad estinguere debiti in sofferenza, in quel caso bisognerebbe puntare ad interventi di consolidamento del debito, sicuramente più utili per tali situazioni.

Tutte le banche hanno elaborato mutui per liquidità adatti ad ogni cliente: i maggiori istituti di credito italiani propongono mutui a tasso variabile davvero convenienti, ai quali è facile arrivare senza troppi problemi. Un vantaggio per farsi finanziare a tassi interessanti e senza correre troppi rischi è aver già estinto un mutuo ipotecario per l'acquisto della prima casa, un buon cliente è sempre un ospite gradito da una banca.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi