Correlazioni Forex e strategie operative

Correlazioni Forex e strategie operative

Il Forex è il mercato finanziario in cui si trovano correlazioni tra coppie di valute, che permette di guadagnare col trading. Le valute vengono scambiate nei quattro cambi principali: euro/dollaro, sterlina/ dollaro, dollaro/yen, euro/yen. Per capire le correlazioni Forex, si devono avere conoscenze molto approfondite dell’uso di strumenti di analisi tecnica e statistica.

Generalmente nel Forex ci si può trovare in una situazione normale detta Risk on, in cui, come dice la parola, la situazione si svolge nella totale normalità, senza tensioni.

Risk off, invece è la condizione che si presenta incerta e tesa, nella quale si nota uno spostamento della liquidità verso attività meno rischiose (tipicamente il Bund tedesco).

La correlazione statistica

Le correlazioni Forex misurano il grado di dipendenza tra due variabili. Si supponga che X e Y siano variabili casuali a valori reali (le serie storiche di due azioni), con medie E(X), E(Y) e varianze var(X), var(Y).

La covarianza (cov) di X e Y è definita come:

 cov(X,Y) = E{[X – E(X)][Y – E(Y)]}

la correlazione (cor) di X e Y è:

cor(X,Y) = cov(X,Y) / [sd(X) * sd(Y)]

Anche se le correlazioni cambiano costantemente nel corso del tempo, alcuni rapporti di cambio conservano un loro coefficiente di variabilità storico.

Strategie operative in base alle correlazioni

L’analisi delle correlazioni del cambio sul quale si vuole operare, può aumentare le probabilità di successo di tale operazione. Ad esempio esistono cambi come l’euro/dollaro e il dollaro/franco svizzero che mostrano correlazioni negative elevate su ogni time-frame analizzato.

Vuol dire che, prima di entrare al rialzo sull’euro/dollaro si può cercare una conferma (al ribasso) sul grafico del dollaro/franco svizzero. Così come si può decidere di anticipare l’uscita da una posizione individuando una situazione di debolezza su un cross positivamente molto correlato rispetto a quello sul quale si sta operando.

L’euro/dollaro e il dollaro/franco svizzero, sono uniti da una correlazione negativa che tende all’unità: cioè, quando l’euro/dollaro sale il dollaro/franco svizzero scende e viceversa. Quando l’investitore opera sul mercato, si comporta in modo tale da duplicare il rischio, in quanto tende a detenere contemporaneamente posizioni con correlazione prossima all’unità, per esempio euro/ dollaro e sterlina britannica/dollaro.

Cambio sterlina britannica/dollaro

Il cambio sterlina britannica/dollaro chiamato “cable”, è una coppia di valute tra le più importanti del mercato valutario del Forex, ciò è dovuto ai forti legami finanziari esistenti tra i due Stati. Durante la crisi finanziaria del 2008 il range giornaliero (volatilità) della coppia di valute è salito anche 385 Pips. Nei primi mesi del 2012, la differenza tra il massimo e il minimo giornaliero oscilla tra i 350 e i 180 Pips al giorno.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi